Indice del forum

AUTONOMIA FEMMINISTA

spazio di libera espressione femminista

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

APPUNTIstupriSIMBOLICImolestieTELEPATICHE
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Forum di prova
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
elenabignami

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 51
Registrato: 11/10/18 11:17
Messaggi: 136
elenabignami is offline 







italy
MessaggioInviato: 07 Mar 2019 04:44:50    Oggetto:  APPUNTIstupriSIMBOLICImolestieTELEPATICHE
Descrizione:
Rispondi citando

APPUNTO 1. La definizione data dalla mia maestra Adriana Cavarero di Gorgone per definire la setta ufficialmente segreta, ma palesemente molestante in base sia alla trasmissione telepatica nel senso dello spiare i pensieri altrui e dire telepaticamente qualcosa a qualcuno, sia nel senso di spiare i pensieri altrui e vocalizzare risposte molestanti come molestia brain washing etc è esatta sia nel senso della difficile dicibilità della cosa (che quindi paralizza il linguaggio come la Gorgone pietrificava i corpi), sia nel senso del rimedio che l'eroe può trovare per sconfiggersi: cioè costringere la Gorgone a guardarsi. Questo passaggio deve necessariamente avvenire tramite il linguaggio perché c'è da porre rimedio ad ABUSI molto violenti e molto danneggianti che approfittano del contrario dell'uso corretto del linguaggio: la violazione della privatezza dei pensieri, l'uso del linguaggio vocale per molestare, l'uso del linguaggio trasmesso telepaticamente ma senso il consenso dell'altra persona. Parto da quest'ultimo dato per dire che io che sono stata brainwashiata con violenza in tarda età ed avrei preferito non esserla, uso la telepatia per comunicare con mie amiche delle quali ho la certezza del consenso, altre amiche mi si sono palesate ed ho loro negato il consenso o loro l'hanno negato a me ed io ho smessa immediatamente la comunicazione con loro, insomma uso la telepatia per relazioni rare e particolari.
Le persone invischiate nella Gorgone molestante invece sono convinte di potere usare ed abusarne con tutte/i: usare nel senso di trasmetterti telepaticamente osservazioni ed opinioni come se il linguaggio vocale non esistesse e questa vergogna del linguaggio vocale accade di solito perché hanno spiato i pensieri altrui. Quando io percepisco pensieri altrui perché una persona me li trasmette con la palese intenzione di farmeli leggere di solito valuto che non si tratta di veri pensieri, ma di un benestare traumatico e di solito nevrotico al brain washing subito, quindi un consenso non totalmente accettabile come consenso ma solo apparente: in questo senso né considero definitivi o importanti o veri i pensieri espressi MA SOLO NEVROTICI RISULTATI DI TRAUMI, né vi attribuisco un 100% di intenzionalità. La cosa cambia purtroppo radicalmente per la setta criminale per quanto informale che invece con quelle capacità molesta (continua tra qualche ora)
(da sopra: la comunità immaginaria ma al contempo criminale che vanno formando etc) APPUNTO 2: la denuncia non è impossibile anzi sarebbe praticabilissima, ciò che dissuade non è certo l'opposizione alla polizia paventata da Judith Butler (con stupido veterocomunismo: stupido anche per il veterocomunismo perché persino ai/alle movimentiste/i è sempre stato in realtà trasmesso anche nelle frange più estreme un savoir faire politico nei confronti della polizia etc e non farlo è estremamente rischioso e può diventare persino mortale) anzi troviamo la speranza di questa non vera opposizione alla polizia nelle molestie dei cretini di estrema destra (un'estrema destra informale), ma si tratta anche per soggette/i come me del tutto stataliste/i e quindi fiduciose delle forze dell'ordine di altre due cause: 1- la prima è riconducibile al problema da me già individuato del cretinismo: ad esempio qui in Oltrepò anni fa una coppia gay denunciò le molestie di un intero paese e vinse la causa trascinando in tribunale un intero paese di ebeti che proprio per la violenza espressa così ebetamente furono condannati etc. ciò non è sempre praticabile anche per coscienza individuale: se non la malattia psichica che comunque c'è sicuramente il cretismo e ritardo mentale è evidente ed a me personalmente causa un senso di tristezza pensare di fare sfilare davanti ad un giudice imbecilli, ritardati mentali e psicopatici, non è una posizione solo mia oltre a Lady Gaga che ha espresso più scientificamente il concetto avvalendosi probabilmente delle/degli psicologi/che che collaborano con la sua fondazione per la salute mentale, questa posizione è espressa anche da molte persone dei ceti medi, di solito più colte e signorili (civili), ma anche dal(di nuovo) dal proletariato acculturato o comunque intelligente 2/ la seconda causa è una diffusione di massa del fenomeno di questo tipo di molestie che è tale da toccare persino persone dei ceti medi e delle professioni più colte: voglio dire dei/delle giornalisti/e che purtroppo fanno un po' a sé condividendo un po' alla Bel ami i modi brutali e cialtroni della volgarità televisiva, ma persino tra le/i docenti la brutalità arriva e si radica ed afferma da molti e molti anni attraverso i canali tipici della misoginia, quindi la gogliardia, la finocchieria repressa, il maschilismo, il fascismo etc. orrore pullulante tra le maestranze che diventano agenti di disturbo degli/delle intellettuali (di solito attaccano quelle/i di sinistra) all'interno dei loro luoghi di lavoro cioè dei luoghi di cultura, il che se permettete è uno scempio assurdo!! insomma nei luoghi della cultura il via libera a questi comportamenti è dato dalle molestie messe in atto da intellettuali e docenti che dovrebbero rappresentare i livelli più alti ed invece danno spazio nei modi in cui LA LORO NEVROSI è TRISTEMENTE MANIFESTA all'oscenità di queste molestie di cui mi occupo: è UN MISTO DI PRUDERIE, DI MOLESTIA SESSUALE, DI ATTRAZIONE PER L'OSCENO, etc ma il contenuto scatenante e del discorso ed il fine è sempre la sessualità quindi non sorprende che obbiettivo del loro impazzimento sia lesbiche gay lgbt insomma, persone dalla sessualità libera ma poi il passo dello scatenamento stuprante è breve ed in Università passano ovviamente subito a molestare le giovanissime.Tutto questo dilagare del fenomeno oltre alla sua presunta indicibilità (la Gorgone appunto) si traduce in un l'esempio che mi veniva in mente sulla denunciabilità (che ripeto è possibile) in un eccesso che l'orrendo ex magistrato Gherardo Colombo tra i fumi prurigginosi che evidentemente arrivavano anche a palazzo di giustizia e passando a lavorare per Rizzoli dopo avere iniziata la sua carriera con i processi al piduismo rizzoli compreso aveva malissimi ed antigiuridicamente interpretato come: quando un'intera società si comporta in un certo non si può sanzionare penalmente un comportamento: il che è ovviemente da pazzi e degno di un lavorante per la P2 non per un giudice o un giurista. La questione è invece più paragonabile ad un comportamento criminale diffuso di difficile denunciabilità per la diffusione pandemica o meno del fenomeno: restiamo alle molestia sessuali perché spesso di ciò si tratta e lo scopo finale è lo stupro in qualche anfratto (o studio universitario sia chiaro!: quindi dallo sgabuzzino delle scope degli inservienti alla cattedra osè passando per cinema tv bariste ed arrivando alle cariche più alte LO SCOPO DELLO STUPRO SIMBOLICO è QUELLO: LO STUPRO REALE!!) il paragone più esatto è quello con uno scenario in cui LA MAGGIORANZA DELLE PERSONE DI ENTRAMBE I SESSI PRENDESSERO L'ABITUDINE DI PALPEGGIARE TUTTE E TUTTI LE/I LAVORANTI STUDENTESSE/I O UTENTI CHE CAPITASSERO A LORO TIRO COME CAPITANO A TIRO D'ORECCHIO IN QUESTI SISTEMI DI MOLESTIA VERBALE, COSA POTREBBERO FARE LE VITTIME? PASSARE LE LORO GIORNATE A DENUNCIARLI/E O DOVREBBERO PIUTTOSTO ORGANIZZARSI PER CANCELLARE POLITICAMENTE E SOCIALMENTE IL FENOMENO?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: 07 Mar 2019 04:44:50    Oggetto: Adv






Torna in cima
elenabignami

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 51
Registrato: 11/10/18 11:17
Messaggi: 136
elenabignami is offline 







italy
MessaggioInviato: 09 Mar 2019 02:36:00    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

appunto 3: Stefani che per questioni di età e concentrazione è la mia memoria ram mi ricorda (di riprendere) il nesso del 1 appunto tra "comunità immaginarie" (Bauman), la mancata individuazione (mio) ed infine il parlare addosso alle persone "famose" aggredendole (empiria, ciò che è osservabile nei fatti): quest'ultimo si tratta di un fenomeno di derivazione sicuramente televisiva, cioè prendendo a prestito il termine Debord società dello spettacolo (ma definizione da approfondire con letteratura specifica) è l'abitudine ad astrarsi dalla propria esistenza, posso presumere ripugnante proprio nel senso del ribrezzo di sé probabilmente non tanto per fattori oggettivi casuali tipo bruttezza ricchezza l'ignoranza culturale etc quanto piuttosto di responsabilità soggettive personali che se osservate si trasformerebbero in senso di colpa e distruzione del proprio ego e da qui rifugiarsi nel fenomeno speculare al culto delle vite altrui del divismo televisivo, cioè nell'aggressione psicopatica delle persone più famose. Il fenomeno della Gorgone come ho già scritto in altri post si risolve in realtà come fu risolto dall'eroe dell'antichità, con lo specchio: la Gorgone impazzita che aggredisce volendo distruggere ed annichilire non può guardarsi allo specchio perché distruggerebbe sé stessa (la segretezza la aiuta come fenomeno sociale: si distruggerebbe anche socialmente), MA QUI SIAMO ALLA NON INDIVIDUAZIONE; NON è IN GRADO DI VEDERE Sè STESSA PERCHé HA UN RAPPORTO SOLO SENSORIALE CON LA REALTà: è GENTE IN GRADO ANIMALMENTE DI COGLIERE LA REALTà ESTERNA ATTRAVERSO I SENSI CIò CHE VEDE, ASCOLTA, DIVENTA CIò CHE DICE, MA NON è IN GRADO DI PENSARE (ARENDT, CIOè SVOLGERE UN DIALOGO INTERIORE CHE COMPORTI UN'ELABORAZIONE CHE SI CONCLUDA CON UN GIUDIZIO) QUINDI ESPRIME PASSIONI ELEMENTARI (LEVINAS) CHE SONO IL LATO SOCIALE DEL SUPERIO FREUDIANO: CIOè DIKTAT VIOLENTI ORRORIFICI E TRAUMATIZZANTI CHE ARRIVANO DALLA SOCIETà: "la negra" aiuto le negre, nero come la notte, che orrore questo che orrore quest'altro attacchiamo l'orrore etc etc in un concitarsi frenetico di tipo sessuale etc LA COMUNITà RESTA PERò IMMAGINARIA PERCHé IN QUESTA SUPERFICIALITà DEL TUTTO ESTERNO (L'OGGETTIVO CHE ARRIVA DALL'ESTERNO NON LA SOGGETTIVITà IL SOGGETTO DELL'INDIVIDUALE: GRANDISSIMA ADRIANA CHE MI RICORDAVA SUBITO LA NASCITA DEL SOGGETTO IN CARTESIO COME DIRE: VEDI NASCE Lì è UN'ELABORAZIONE INTELLETTUALE CHE NON LE/LI RIGUARDA) NON ESISTE UNA RELAZIONE REALE, PERCHé LA RELAZIONE REALE SAREBBE UN PARLARSI DA IO A TU, DA TU A IO, MENTRE QUESTO TUTTO ESTERNO NON SOLO NON COMPRENDE L'IO MA MEN CHE MENO QUEL IO CHE è IL TU. QUESTA PUBBLICITà, QUEST'ESSERE PUBBLICO DI QUESTO TUTTO ESTERNO, LO FA ASSOMIGLIARE ALL'ISTANZA POLITICA, DI CUI è LA PANTOMIMA ANCHE NELLA CRITICA, SI TRATTA INVECE APPUNTO DI INCUBI (TRAUMI) DA SUPER-IO DI MASSA, DI AGGRESSIVITà E VIOLENZA ANIMALE-DISTRUTTIVA: IL CONCENTRARSI SUL/LLA/UI DIVERSA/O/I NON HA UNA STRATEGIA DI UNIFICAZIONE SOCIALE MA è UN ELEMENTARISSIMO CALCOLO DI MINORANZE CHE SI PRESUMONO AGGREDIBILI (MENTRE DI SOLITO NON LO SONO AFFATTO, CIOè SONO MOLESTABILI, MA NON AGGREDIBILI, PERCHé IL SISTEMA GIUDIZIARIO E STATALE VIGENTE è MOLTO PIù COMPLESSO E COMPORTA UNA PROTEZIONE DELL'INDIVIDUA/O). QUINDI NON SONO Né COMUNITà né individui e siamo di nuovo ad Adriana ed ai suoi ultimi anni di lezioni universitarie: NON SONO PROBABILMENTE NEMMENO MASSE, MEN CHE MENO FOLLE, Né AGGREGAZIONI INFORMALI sono individui non individuati che urlano contro le persone individuate INDIVIDUANDOLE esternamente a sé in una critica della loro individuazione, che attraverso i social (qui Bauman sbaglia e di grosso!!) DIVENTANO LORO INSOPPORTABILI COME LA TV NON AVEVA SAPUTO ESSERE (perché la tv era fatta di vips distanti ed inarrivabili mentre nei social ci stanno tutti/e gli/le altri/e a dimostrarsi superiori a loro anche se limitrofi) PERCHé IL LORO "ESSERE" è SEMPRE UNA CRITICA AL LORO "NON ESSERE" INVECE DI STIMOLARLI LI DISTURBA, FERISCE, CONFONDE FINE A COSTRINGERLI/E A PARLARE A COLORO CHE "SONO" COME DOVREBBERO PARLARE A Sé STESSI PER ESSERE A LORO VOLTA. QUINDI COSA SONO? ARENDT: ESSERI NON PENSANTI IL NULLA CHE SI FA AGGRESSIONE INFASTIDITO DALL'ESSERE. Simone Weil de La condition ouvriere e Arendt di Vita activa (dopo Deleuze e Guattari); la macchina della produzione e del fare (homo faber) che è oggetto ma è stata BRAINWASHIATA (De Maglie) per non essere soggetto E RIPETERE LE VIOLENZE DELL'ANNICHILIMENTO DELLA SOCIETà. Come nella maggior parte dei gruppi animali la comunità non è comunità ma aggregato riproduttivo-sessuale ed economico. non c'è un io che parla ad un tu: non c'è un io. Quindi non c'è un tu. C'è un abbaiare nel vuoto. Qualora si presenti un IO un aggredire il TU. Nei momenti di pausa del vociare versi gutturali che sottolineano (ce ne fosse bisogno) il vuoto mentale e lo spasticismo. Per il resto la ricerca morbosa ed ossessiva del fatto altrui DELL'IO (compreso il pensiero) da attaccare. STEFANI ora mi suggerisce sul loro autodefinirsi: il popolo no sicuramente: cioè probabilmente li definiscono tali i politici per usarli, la gente nemmeno, piuttosto la gentaglia, gli strati più bassi e meschini e imbelli ed aggressivi e psicopatici della popolazione che nemmeno sono maggioranze. ovviamente. Potrebbero invece trovare un'identità che non hanno ancora proprio nello specifico della loro specifica turba psichica e nel loro tipo criminale (molestante etc), come lo trovano gli altri criminali: gli stupratori, i ladri, i pedofili, etc etc
appunto 4: tornando alla comunità immaginaria e lasciando perdere la versione di Bauman che appunto se la spiega benissimo Bauman e qui andrei oltre. L'immaginarietà sta nell'ostinazione con cui ti aggrediscono per comunicare con te: non fra di loro con te che sei superiore a loro: un essere loro fra di loro non esiste: 1/ puoi vederci un tentativo di brainwashing verso di te che sei diversa/o 2/ una violenza per minacciare chi resta fuori dal loro gruppo NON immaginario (ad esempio un loro fascista) attaccando chi è più diversa/o o forte per spaventare i/le diversi/e più deboli (adolescenti e bambini/e compresi/e) 3/ una grancassa che suona per la vittoria politica profascistica sconfiggendo la sinistra tradizionale e si abbandona indisturbata alla violenza (saccheggi, stupri, etc) della battaglia vinta, MA LA/IL LORO REFERENTE CONTINUO ED OSSESSIVO SEI TU (e Lady Gaga ehehe) NON UN PARTITO, UNA TRADIZIONE ad esempio eterosessista E NEMMENO I DIRINDINDINI TELEPATICI. Ciò le/li palesa non solo come gregari in assoluto, ma anche come gregari abbandonati dai loro capi: il partito di estrema destra che li rappresenti non esiste realmente, né loro sono così eterosessuali, né il dirindindismo telepatico sembra soddisfarli. Chiudiamola con un rompono il cazzo soprattutto il venerdì sera, metteteli a lavorare 24/24 altro che chiusura domenicale e 6 ore!!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
elenabignami

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 51
Registrato: 11/10/18 11:17
Messaggi: 136
elenabignami is offline 







italy
MessaggioInviato: 10 Mar 2019 07:13:26    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Appunto 5: sto presentando un progetto di dottorato in filosofia politica proprio su questo tema di una società che ha perso ogni controllo sulla violenza fascistica e come questa perdita di controllo sia stata assecondata dalle sinistre come liberazione: pensiamo alle campagna di De Beauvoir Sartre o Foucault per la depenalizzazione delle relazioni sessuali con minori di 15 anni che è diventata negli scritti di Foucault la libertà dello scemo del villaggio di molestare le bambine, ma soprattutto alla retorica del povero dell'incolto del "creaturale" (che è diventato nelle teste sadiche conformiste e vuote di questi figli del fascismo il culto del brutale, cioè guarda caso, del loro vero volto di incapaci che ottengono con la violenza e la corruzione), al silenzio sulla telepatia che consente attualmente molestie continue che rendono la vita di tutte le persone normali un inferno in balia di ebeti mentalmente crudeli ed aggressivi (sessualmente: siamo sempre agli svitati con facoltà di molestia etc), mi interrogo quindi come sconsideratamente la sinistra mentre non sapeva emanciparsi da un comunismo becero e dal futuro (per fortuna non realizzato) dittatoriale, abbia poi promosso e consentito con lo stesso afflato populista pauperista l'impunità delle tendenze più retrive, in nome della libertà dell'essere mentalmente crudele ma socialmente inferiore: insomma non è importato a nessuno che la ragazzina delle case popolari potesse essere stuprata dal tossico (e prendersi oltre alloorrore dello stupro una serie di virus etc) ma che al tossico stupratore nessuno potesse torcere un capello: questo è avvenuto perché ad essere sdoganata prima ancora dell'anarchia e sempre in una degenerazione fascistica del marxismo è stato IL DIRITTO ALLA VIOLENZA DELLE MASSE POPOLARI diventato prima CULTO DELLA VIOLENZA POLITICA (fase rivoluzionaria dalla rivoluzione francese alla rivoluzione maoista) infine CULTO DELLA RIBELLIONE ALLE REGOLE anche individuale egoistica e non politica che ovviamente lascia spazio al sopruso dei violenti dai sadici agli psicopatici ai fascisti, tutti soggetti più tipici della violenza fascista che non di quella rivoluzionaria comunista. Un'anarchia come ho ripetuto più volte tutta al maschie tutta centrata sulla molestia sessuale e sullo stupro: COME è STATO POSSIBILE NASCONDERE PER TANTI ANNI QUESTO SCHIFO? la violenza dissoluta tipica di questi strati della popolazione privi di cultura ed anche di cervello è stata a mio parere nascosta perché gli illettuali che si travestivano da popolo dovevano millantare un popolo decente nella sua totalità, al prezzo di doversi tosmascherare come elites. A ciò fanno eccezione i sedicenti teorici dell'autonomia operaia, più simili a quelle canaglie che alla vera autonomia operaia: a quei criminali fascisti presenti sia negli ambienti operai, sia nei ceti borghesi soprattutto pseudo intellettuali (di solito più capaci di violenze e stupri verso le donne ed i ragazzini che di intellettuali capaci; penso ad esempio a Giorello sotto vi posto la foto di una sua visita divistica al Leonka vecchio, butto là probabilmente Anacleto che aveva sto vizio dei divi, cmq quelle personalità abbiette, senza capacità morali tesi alla molestia sessuale ed alla competizione che li mette in grado con cento anni di stipendi universitari di sciorinare qualche nozione, ma parlare di intelletto davanti a tanta patologia criminale è impossibile!): in entrambi i casi si tratta di persone che creano un clima di orrore nella società e nei luoghi del loro lavoro, al quale in momenti orrorifici come questi in molti/e si aggregano ed adattano pensando di dare sfogo a naturali istinti sadici, in realtà nevrotizzati (brainwashiati) ad arte con quel meccanismo di clima di violenza continua che crea una tensione che si sfoga poi in ripetizione della violenza subita e/o assorbita.

Ma in realtà tutto è partito (titolo della mia tesi: lo Stato dissoluto) dalla dissoluzione, distruzione del potere statale: la formula comunista (molto pseudo!) è stata: SE NON è LO STATO PROLETARIO (TOTALITARIO) è LO STATO BORGHESE E COME TALE VA DISTRUTTO SE NECESSARIO IN SENSO ANARCHICO. In realtà di anarchico non c'è niente, c'è piuttosto ripeto il ripetuto L'AFFLATO CONTINUO ALLO STUPRO ED ALLA VIOLENZA SULLE DONNE UNICA PRETESA DELLO STATO PATRIARCALE DELL'OMOSESSUALITà MISOGINA MASCHILE.

Down something beautifull in the World: My beautifull BabyGirl as i wish have her close to me in Marion Ave. Bronx NYC (i know her when she was 14 years old, to have a love-sex relation with a person under 17 years old was always out of my moral, but i'm so happy to have known Stefani and I love her today as I could never have loved her at that time, even if i was sure she was 20 but she was not! <3).

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!



Non c'è che dire logica altissima e davvero davvero inimmaginabile: Giorello è come lui e lui è come Giorello probabilmente a causa dell'uccello Very Happy
Cioè la DEMOScrazia come treninoINCULINO dei mentecatti: CHE SCHIFO DI SOCIETÀ CI SCAGAZZANO QUESTI PSICOPATICI!!!
E se davanti allo sconcio di questo superfascismo stuprante il dovere dei magistrati è andare a fare gli editori (ridicoli!) in Rizzoli il compito dei Carabinieri può diventare lustrarsi le scarpe e quello dei filosofi fare "Tuuuu!!! Tuuuu!!!" cioè la locomotiva del trenino inculino. Che squallore!!!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Forum di prova Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





AUTONOMIA FEMMINISTA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008